I nostri Progetti

PROGETTO “IL TEATRO PATOLOGICO”

Presso il Cinema Adriano di Roma il 13 marzo c.a. si è svolta la proiezione del film “Io sono un po’ matto… e tu?” realizzato dal regista Dario D’Ambrosi e dai ragazzi dell’Associazione Teatro Patologico di Roma. Sensibile all’iniziativa e presente alla serata di festa e beneficenza anche Salute Plus Aps-Ets e la Dott.ssa Arianna Tarquini e molti artisti intervenuti per affrontare la tematica del disagio mentale e parlare della necessità di trovare il modo migliore per comunicare ed uscire dall’isolamento. Raoul Bova, Claudia Gerini, Edoardo, Leo, Riccardo Ballerini, Claudio Santamaria, Marco Boccia, Vinicio Marchioni e molti altri attori ed artisti che hanno accettato di far parte del cast, mettendosi alla prova anche in ruoli insoliti, supportati dall’entusiasmo dei ragazzi disabili.
L’Associazione Teatro Patologico nasce nel 1992 diretta dal fondatore e ideatore Dario D’Ambrosi. Dal 1992 si occupa di un lavoro unico ed universale, quello di trovare un contatto tra il teatro ed un ambiente dove si lavora sulla malattia mentale, dove girano ragazzi con gravi problemi psichici. Dal 2009 l’Associazione ha il suo teatro stabile a Roma: all’interno di questo spazio nasce la Prima Scuola Europea di Formazione Teatrale per persone con diverse abilità “La magia del Teatro” con il laboratorio di sperimentazione teatrale ed il laboratorio delle Emozioni.

Arianna Tarquini, Presidente ONLUS SALUTE PLUS  |  Dario D’Ambrosi con il Sen. Antonio Guidi e gli attori protagonisti

I ragazzi protagonisti del film ed il pubblico in sala 

PROGETTO “PENSATI CELIACO. IL DISAGIO SOCIALE NELLE PERSONE CON MALATTIA CELIACA”

Un progetto presentato presso il Senato della Repubblica: un tavolo tecnico multidisciplinare per approfondire l’argomento sotto il profilo medico, psico-sociologico, associazionistico, culinario e di divulgazione. L’entusiastica adesione di tutti i professionisti sanitari è segno di una trasversale presa in carico della materia: dopo l’intervento del neurologo Dott. Antonio Guidi, il sociologo e Prof. di Sociologia generale all’università di Catanzaro Cleto Corposanto, lo psicologo Benino Argentieri, il Prof. Giovanni Cammarota, direttore del dipartimento di Gastroenterologia al policlinico Gemelli di Roma e la Dott.ssa Caterina Pilo, direttrice generale dell’AIC – Associazione Italiana Celiachia.

In questo contesto si staglia l’evento che ha coinvolto Salute Plus Aps-Ets e la cena realizzata – totalmente gluten-free – dagli studenti dell’Istituto professionale-alberghiero Amerigo Vespucci di Roma, assieme alla Dott.ssa Maria Teresa Corea, dirigente scolastica dell’istituto, a tutti i docenti, allo chef gluten-free Marco Scaglione, con l’obiettivo di attuare una piena sensibilizzazione sul tema.

PROGETTO “PARLIAMONE INSIEME”

Un progetto gratuito di ascolto e supporto psicologico attraverso una linea telefonica gratuita dedicata, 24 ore su 24 e 7 giorni su 7, rivolta a persone che soffrono di disagio psichico e per i loro familiari.
Un’accoglienza telefonica ad estensione nazionale alla quale risponde la Dott.ssa Silvana De Antoniis, psicoterapeuta esperta di bullismo e cyberbullismo, disturbi alimentari, disagi infantili e violenza di genere. Chiamaci in totale anonimato al numero +39 351-3060766 oppure scrivici alla seguente e-mail: ascoltopsicologicosaluteplus@gmail.com.

PROGETTO “IN VACANZA SENZA DISAGI”

Un progetto dedicato a bambini, ragazzi e persone disabili (ed ai loro familiari) che cercano un posto dove potersi sentire in vacanza senza barriere, disagi o difficoltà. Una cordata con altre Associazioni per raccogliere soldi al fine di sostenere il soggiorno estivo di disabili e delle loro famiglie (tutto incluso: pernottamento, vitto, ingresso stabilimento ecc…).

La raccolta fondi permetterà di finanziare pacchetti di ospitalità totalmente gratuiti presso il Centro Ferie Salvatore del Circeo che ha aderito con entusiasmo all’iniziativa. Una grande struttura composta da 50 camere ed ampi spazi esterni, terrazzi, sale da pranzo, servizio alberghiero ed aree esterne per attività sportive e lucrative senza barriere, “a misura” degli ospiti che ogni anno decidono di passare del tempo in serenità. Un’accoglienza organizzativa sotto ogni punto di vista: giornate al mare in massima indipendenza ed accessibilità per tutte le disabilità motorie, garantite attraverso l’accesso alla spiaggia ed allo stabilimento privato dotato di ogni comodità. Corsi di cucina, gite, divertimento ed eventi sportivi.

I destinatari cui viene dedicata questa causa, soggiorneranno presso la Struttura in totale serenità e riceveranno un trattamento equivalente agli altri vacanzieri che avranno prenotato in autonomia e con altre formule.